27 Maggio 2022
percorso: Home > News > Calcio a 7

Qualificate le finaliste della Junior TIM Cup-Keep Racism Out

06-04-2022 18:57 - Calcio a 7
Disputate le finali interregionali del prestigioso torneo di calcio a 7 per oratori promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano.
Le otto sorelle qualificate si ritroveranno in maggio per un epilogo indimenticabile
a Roma per una final eight da sogno della Junior TIM Cup 2022

Entra nel vivo la “Junior TIM Cup – Keep Racism Out”, la nona edizione del torneo giovanile di calcio a 7, riservato agli Under 14, promosso da Lega Serie A, CSI e TIM, che è tornato ad alimen
tare i sogni dei ragazzi e a portare i valori del calcio oratoriale sotto i riflettori del grande calcio. In otto città italiane nel weekend appena trascorso si sono qualificate le migliori formazioni di oratorio, ossia le vincitrici delle sfide interregionali. Oltre ai diversi gol qualificazione, registrati sui campi di gara, grande considerazione è stata riservata anche al tema conduttore di questa stagione calcistica, ossia l'antirazzismo.

I capitani delle 16 finaliste hanno ricevuto ed immediatamente indossato la fascia e la maglia della campagna Keep Racism Out, in atto per garantire la parità di trattamento, la tutela dei diritti umani nel calcio e per tenere il razzismo fuori dagli stadi, sensibilizzando gli appassionati di calcio, sia nel mondo reale sia in quello virtuale, a combattere ogni forma di differenza o disuguaglianza.
Colore e calore hanno poi accompagnato sul rettangolo di gioco, la creatività dei giovani calciatori in erba.

Come in ogni partita del torneo, in questa edizione, sono stati diversi gli striscioni esposti, a tradurre il coretto -inno - ritmato dai grandi campioni del nostro massimo campionato di calcio italiano - alla lotta a tutte le discriminazioni.

“Un rosso al razzismo” hanno detto e scritto su sfondo verde i ragazzi sardi dell’Oratorio San Pietro Assemini, mentre a Firenze “Mettiamo il razzismo in fuorigioco” sostenevano i ragazzi del S. Andrea Corsini. A Milano invece un puzzle di sillabe prima della gara ricorda a tutti che “La pelle non conta siamo tutti uguali - Keep Racism Out”.

Risultati alla mano, le otto sorelle d’oratorio, qualificatesi per la fase finale, in programma nella capitale, nella seconda settimana di maggio, rappresentano otto città italiane in cui si gioca la Serie A TIM.

Sono esattamente:

1. Oratorio San Giuseppe - Milano

2. Oratorio Curno - Bergamo

3. Oratorio San Pietro Orseolo - Venezia

4. Oratorio S. Eusebio - Genova

5. Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - Bologna

6. Oratorio S. Andrea Corsini - Firenze

7. Oratorio San Pietro Assemini - Cagliari

8. Oratorio Don Guanella – Napoli

Si preannuncia allora a Roma una final eight da sogno, con molti derby paradisiaci, vista la presenza di tanti santi nei nomi delle squadre oratoriali. Belle speranze, un buon presagio dunque al clima di festa, di amicizia, di sportività e dei valori da sempre caratteristici del torneo degli Oratori.





Come in ogni partita del torneo, in questa edizione, sono stati diversi gli striscioni esposti, a tradurre il coretto-inno - ritmato dai grandi campioni del nostro massimo campionato di calcio italiano - alla lotta a tutte le discriminazioni.

“Un rosso al razzismo” hanno detto e scritto su sfondo verde i ragazzi sardi dell'Oratorio San Pietro Assemini, mentre a Firenze “Mettiamo il razzismo in fuorigioco” sostenevano i ragazzi del S. Andrea Corsini. A Milano invece un puzzle di sillabe prima della gara ricorda a tutti che “La pelle non conta siamo tutti uguali - Keep Racism Out”.

Risultati alla mano, le otto sorelle d'oratorio, qualificatesi per la fase finale, in programma nella capitale, nella seconda settimana di maggio, rappresentano otto città italiane in cui si gioca la Serie A TIM.

Sono esattamente:

1. Oratorio San Giuseppe - Milano

2. Oratorio Curno - Bergamo

3. Oratorio San Pietro Orseolo - Venezia

4. Oratorio S. Eusebio - Genova

5. Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - Bologna

6. Oratorio S. Andrea Corsini - Firenze

7. Oratorio San Pietro Assemini - Cagliari

8. Oratorio Don Guanella – Napoli

Si preannuncia allora a Roma una final eight da sogno, con molti derby paradisiaci, vista la presenza di tanti santi nei nomi delle squadre oratoriali. Belle speranze, un buon presagio dunque al clima di festa, di amicizia, di sportività e dei valori da sempre caratteristici del torneo degli Oratori.


Fonte: CSI Nazionale

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio